FCA Group presenta in Israele la nuova Fiat 500 M15

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha presentato in questi giorni, durante  il Fuel Choice Summit di Tel Aviv, la prima Fiat 500 M15, in première mondiale.

Dopo aver definito, nel mese di maggio 2016, lo standard per il carburante M15, Israele sarà il primo Paese al mondo omologare una vettura, Euro 6, alimentata con una miscela di benzina e metanolo.

La 500 M15 è un’automobile Flex-Fuel in grado di funzionare a M15- 85% benzina e 15% metanolo –  oppure con una miscela variabile tra i due carburanti. La nuova auto, pronta per la commercializzazione, è compatibile con la normativa Euro 6 e assicura una riduzione di CO2 maggiore del 2% rispetto alla stessa versione Euro 6 alimentata a sola benzina, pur mantenendo le stesse prestazioni. La vettura sarà commercializzata in Israele da MCA importatore israeliano ufficiale per il gruppo FCA.

La collaborazione tra il Gruppo FCA e Israele permetterà un utilizzo ancora maggiore di un asset nazionale molto importante per il paese e per la diffusione dei carburanti alternativi: il gas naturale. Il metanolo può essere prodotto dal metano e potrà essere facilmente distribuito utilizzando le infrastrutture esistenti e già in uso per il trasporto della benzina, salvo marginali modifiche necessarie a rendere alcuni materiali compatibili con questo combustibile. Una stazione di rifornimento standard, ad esempio, può essere semplicemente convertita in una stazione di metanolo.

Il governo di Israele, attraverso IFCI, si è posto l’obiettivo di trasformare il paese nel primo HUB mondiale per lo sviluppo di combustibili sostenibili alternativi, per la smart mobility e per l’implementazione di tecnologie di nuova generazione in questo campo, fungendo da catalizzatore nel mondo per la riduzione della dipendenza dal petrolio greggio. L’obiettivo di IFCI è quello di ridurre il consumo di petrolio del Paese del 60% entro il 2025. L’accordo tra il gruppo FCA e l’industria dell’automotive israeliana si inserisce in questo contesto di ambiziosi cambiamenti.

Il progetto M15 è uno dei primi frutti dell’accordo siglato a Febbraio 2015 tra Fiat Chrysler Automobiles (FCA ), CHN Industrial, Magneti Marelli (brand di FCA) e Israel Fuel Choices Initiative (IFCI) di cui abbiamo già scritto qui.

L’accordo, volto a stabilire una cooperazione estesa tra l’industria automotive israeliana e il gruppo FCA che metteranno a disposizione i propri know-how specifici per lo sviluppo di carburanti alternativi e naturali a base di gas.

All’evento hanno partecipato delegazioni delle principali aziende automobilistiche a livello mondiale e importanti personalità del mondo politico, come il Primo Ministro Israeliano Benjamin Netanyahu, e Ministro Israeliano della Scienza, Tecnologia e Spazio Ofir Akuni.

Grazie all’impegno di FCA e alle politiche statali l’Italia è in questo momento il primo Paese in Europa per numero di veicoli in circolazione funzionanti a combustibili alternativi. Il primo Paese al mondo per le tecnologie in questione è il Brasile, dove il processo di conversione è iniziato anni fa: grazie al Flex Fuel System introdotto da Magneti Marelli, infatti, in Brasile il consumo nazionale è diviso esattamente 50/50 tra Benzina e Etanolo.