Aggiornamento gasdotto Eastmed: Firmato l’accordo multilaterale tra Italia-Israele-Grecia-Cipro

Lunedi 3 aprile 2017 è stato firmata una dichiarazione di impegni dal ministro italiano Calenda e i suoi omologhi Israeliano Steinitz, greco Stathakis e cipriota Lakkotrypis per la realizazzione dell’Eastmed, il gasdotto più lungo più lungo del mondo.

Il ministro Israeliano delle Infrastrutture Nazionali, dell’Energia e delle Risorse Idriche ha espresso serenità in merito alla collaborazione tra i quattro paesi, trattandosi di un progetto molto ambizioso. Il ministro Calenda invece ha sottolineato come il gasdotto sia un progetto prioritario per l’Italia, allo scopo di eliminare gradualmente il carbone. Quest’ultimo infatti è un passo in avanti verso la realizzazione di un sistema d’approvvigionamento energetico sempre più diversificato per l’Italia, considerato anche il gasdotto Tap che invece arriverà dalla Turchia e sbarcherà anche lui in Puglia.

Infine Calenda, ricorda come lo sviluppo riguardante il gas naturale è legato anche alla mobilità, essendoci già in Italia una flotta di veicoli che utilizzano gas non indifferente e di crescente importanza. Una realtà che accomuna Italia ed Israele, tanto che Fca ha già mosso i primi passi verso il paese.

Si attende quindi il G7 sull’energia del 9 e 10 aprile a Roma, il quale vedrà certamente il progetto Eastmed sul tavolo della discussione per il proseguimento e la stipula degli accordi.