Batteri nello spazio: l’Agenzia Spaziale Europea e il Technion uniscono le forze

Batteri nello spazio: l’Agenzia Spaziale Europea e il Technion uniscono le forze

Un esperimento progettato dalla Technion Faculty of Materials Science and Engineering esaminerà il comportamento delle sostanze antibatteriche nello spazio e il loro effetto sui batteri in condizioni di gravità zero.

I ricercatori del Technion – Israel Institute of Technology e i loro partner italiani lanceranno presto due esperimenti nello spazio. L’obiettivo è esaminare l’effetto della gravità zero su diversi fenomeni.

Il lancio avverà dalla Guinea francese in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Questo progetto fa parte di una collaborazione tra l’Agenzia Spaziale Israeliana presso il Ministero della Scienza e della Tecnologia e l’Agenzia Spaziale Italiana. L’accordo prevede quattro esperimenti condotti da Space Pharma, una società che sfrutta la tecnologia miniaturizzata dei laboratori di microgravità nello spazio per consentire lo sviluppo di nuovi farmaci.

Ognuno degli esperimenti prevede un ricercatore israeliano e un ricercatore italiano.

Il primo esperimento, chiamato SpaceLysis, esaminerà il comportamento delle molecole antimicrobiche e il loro effetto sui batteri. È stato progettato dal professor Boaz Pokroy della Facoltà di Scienze e Ingegneria dei Materiali di Technion e dal professor Giuseppe Falini dell’Università di Bologna.

Il secondo esperimento, che esaminerà la velocità con la quale le proteine del sangue si legano ai materiali chimici.  L’idea nasce dalla collaborazione dei ricercatori della Facoltà di Medicina di Rappaport presso il Technion e l’Università Tre di Roma.

“Sulla Terra, l’interazione tra batteri e queste sostanze dipende dalla diffusione e dalla convezione, mentre nello spazio, ci sarà zero convezione, e quindi l’interazione dovrebbe cambiare in modo significativo,” ha spiegato il prof.

I ricercatori hanno già condotto l’esperimento sulla Terra e ora cercano di studiare come la gravità zero influisce su queste interazioni.