Enel X e Mastercard apriranno un fintech-cyber innovation lab in Israele

Enel X e Mastercard apriranno un fintech-cyber innovation lab in Israele

Enel X e Mastercard hanno vinto un bando per la realizzazione di un centro di ricerca per fintech-cybersecurity a Be’er sheva. Le due società si sono assicurate 3,7 milioni di dollari in finanziamenti per la creazione della struttura.

Il laboratorio fa parte di una collaborazione tra l’Israel Innovation Authority, l’ Israel National Cyber Directorate presso l’Ufficio del Primo Ministro, e il Dipartimento di Cyber Security and Emergency del Ministero delle Finanze di Israele.

Un lungo viaggio quello di Enel X. Iniziato con la visita del CEO Francesco Venturini in Israele, invitato come speaker al Smart Mobility Summit dell’ottobre 2018. Il percorso è continuato poi con una serie di iniziative come “Enel X Electric Mobility Meetup” di marzo 2019 e gennaio 2020. Una lunga strada che oggi arriva ad un altro importante traguardo nella collaborazione tra Italia ed Israele.

L’iniziativa annunciata oggi ha preso il via dopo un primo incontro, organizzato dall’Ufficio Affari Commerciali ed Investimenti di Milano, tra Enel X e l’Israel Innovation Authority avvenuto a maggio 2019. In quell’occasione, sono state gettate le basi per il progetto che oggi giunge alla sua completa realizzazione.

Il nuovo polo

Questo nuovo polo sorgerà a Be’er Sheva ed ospiterà numerose start up. Le start up riceveranno fino a 140.000 dollari di finanziamenti da parte dell’ Israel Innovation Authority. Il nuovo laboratorio si unisce ai sei già creati in Israele per la ricerca in ambito cyber e fintech.

I commenti

“Il laboratorio contribuirà a rafforzare e stabilire Israele e Be’er Sheva come leader nazionale e internazionale nel settore informatico”, ha dichiarato Ami Applebaum, presidente della IIA. “Il laboratorio fornirà alle startup know-how e competenza. Collaborando con un player globale leader nel settore finanziario, MasterCard, che opererà per la prima volta in Israele in questo campo, e Enel X, di proprietà di Enel, un gruppo energetico multinazionale, per il quale questa attività espanderà il suo coinvolgimento in Israele. Non ho dubbi che questa collaborazione rafforzerà la posizione di Israele in questo campo e la posizione di Be’er Sheva come centro per la sicurezza informatica.”

Il direttore generale della National Cyber ​​Directorate Igal Unna ha aggiunto: “Questa collaborazione renderà disponibili informazioni e scenari di hacking allo scopo di sviluppare difese per l’evoluzione delle minacce derivanti dalla digitalizzazione accelerata dei sistemi finanziari”.

“Oggi più che mai, le organizzazioni devono porre la sicurezza al primo posto per tutte le innovazioni”, ha dichiarato Ajay Bhalla, presidente Cyber & Intelligence Solutions di Mastercard. “Questa nuova collaborazione ci consentirà di attingere a numerosi partner e risorse. Inclusa la rinomata start-up economy di Israele per contribuire a portare le innovazioni sul mercato ancora più rapidamente e ridurre la crescente minaccia e il costo degli attacchi informatici “.

“Il nuovo laboratorio ci offre l’opportunità unica di lavorare con le start-up israeliane per portare tecnologie finanziarie innovative ai nostri milioni di clienti nel mondo”, ha affermato Francesco Venturini, Amministratore Delegato di Enel X. “Unendo le forze con un importante partner come Mastercard, aiuteremo queste start-up a sviluppare e a introdurre sul mercato le migliori soluzioni nei settori della tecnologia finanziaria e della sicurezza informatica”.