Intelligenza artificiale: l’avanguardia dell’innovazione israeliana

Intelligenza artificiale: l’avanguardia dell’innovazione israeliana

Mentre la Quarta rivoluzione industriale spinge le aziende ad abbracciare la digitalizzazione e le tecnologie innovative, l’intelligenza artificiale sta trasformando interi settori, rendendo le organizzazioni più intelligenti, più efficienti e più competitive. Nel processo, Israele è diventato uno dei principali leader nel settore dell’ intelligenza artificiale. La Startup Nation sta incubando una vasta gamma di società di tecnologia di IA.

Il ricco ecosistema di intelligenza artificiale di Israele ha visto una crescita significativa negli ultimi anni. Con il numero di aziende  più che raddoppiate dal 2014 e centri di ricerca e sviluppo multinazionali con sede in Israele. Secondo un rapporto Start-Up Nation Central, Israele ospitava 1.150 aziende legate all’intelligenza artificiale alla fine del 2018, rispetto a 512 nel 2014. Mentre le società legate all’intelligenza artificiale rappresentavano il 17% di tutte le società tecnologiche israeliane e le startup nel 2018. Il rapporto ha inoltre rilevato che hanno attratto il 32 percento di tutti i round di finanziamento e il 37 percento del capitale totale raccolto lo scorso anno.

Le multinazionali hanno cercato di capitalizzare le capacità di Israele nell’IA, come dimostrato dalla loro vibrante attività di ricerca e sviluppo nel paese e dal crescente numero di acquisizioni di società israeliane di IA.

L’ecosistema israeliano:

Il famoso Project Debater di IBM – che ha ricevuto una risonanza globale quando è emerso lo scorso anno come il primo sistema di intelligenza artificiale in grado di discutere con gli esseri umani su questioni complesse – è stato sviluppato dal team di ricerca e sviluppo di IBM basato ad Haifa. Il team di ricerca e sviluppo di Google con sede a Tel Aviv ha sviluppato Google Duplex. Duplex utilizza l’elaborazione dell’intelligenza artificiale e del linguaggio naturale per eseguire attività come l’impostazione di un appuntamento per capelli o la prenotazione di una cena. Alla fine del 2018, il produttore di chip Intel ha unito le forze con il Technion-Israel Institute of Technology per lanciare un nuovo Centro per l’Intelligenza Artificiale. Anche il produttore di chip Nvidia ha aperto un centro di ricerca e sviluppo nel 2018.

Tra le molte acquisizioni di società di intelligenza artificiale con sede in Israele, alcune si distinguono negli ultimi mesi: a marzo, McDonald’s ha acquisito la società di personalizzazione basata sull’intelligenza artificiale Dynamic Yield. Un accordo che è arrivato in seguito all’acquisizione di Aspectiva da parte di Walmart, che utilizza AI e natural elaborazione del linguaggio per valutare il sentimento del consumatore. L’anno scorso, Salesforce ha acquisito la società di analisi di marketing Datorama per $ 850 milioni. Medtronic ha acquistato Nutrino, una startup di nutrizione personalizzata basata sull’intelligenza artificiale.

Tre le aziende più innovative possiamo citare:

• Fondata nel 2017, Hailo sta sviluppando un microprocessore specializzato nel Deep Learning. Progettato per consentire il calcolo dell’IA sui dispositivi periferici. Inserito in dispositivi integrati, il processore dell’azienda è progettato per funzionare con consumi, dimensioni e costi minimi.

• Attingendo alle neuroscienze proprietarie, Cortica è specializzata in IA autonomi progettati per imitare i processi naturali della corteccia dei mammiferi. La tecnologia dell’azienda ha una vasta gamma di applicazioni, inclusi veicoli autonomi, telecamere di sicurezza, droni, robotica, analisi di immagini mediche e altro ancora.

OrCam Technologies aiuta gli ipovedenti a vivere in modo indipendente. Grazie al il suo dispositivo indossabile, che legge il testo, riconosce i volti e identifica i prodotti. La società è stata fondata nel 2010 da Amnon Shashua e Ziv Aviram.

L ‘IA è al centro dell’innovazione moderna. Israele, a sua volta, è al centro dell’IA, costruendo un futuro innegabilmente intelligente e tutt’altro che artificiale.