ISDEF 2015 – International Defence & HLS Expo

Dopo la cerimonia inaugurale del 2 giugno partirà in Israele a Tel Aviv la 6° edizione dell’ISDEF, la maggiore fiera israeliana interamente a tema Homeland Security e Defence. Partner d’eccezione quest’anno sarà  iHLS.

Gli ospiti attesi saranno molti, dalle maggiori gerarchie militari alle Business Delegation di tutto il mondo. Dall’Italia arriveranno rappresentanti di imprese di spicco dal settore della difesa, degli impianti di sicurezza e degli Special Purpose Vehicle.

Oltre ai classici boot per i B2B, il format prevede l’organizzazione di conferenze per presentare i trend di sviluppo di security e difesa e dei workshop per le società che desiderino presentare con più enfasi ai visitatori le soluzioni più innovative. Possibilità inoltre a chi lo desideri di strutturare Live Demonstration Facility di grande effetto. Si stima che in totale saranno ospitati circa 250 espositori e che saranno 12000 i visitatori che accorreranno a questo evento tra business man, rappresentanti politici e delle gerarchie militari. Considerando che la 5° edizione era arrivata rispettivamente a numeri dell’ordine dei 145 e 7200, la crescita è da attribuire alle nuove opportunità offerte dal mercato.

Si punterà, come ormai da tempo, sull’interoperabilità di sistemi e applicazioni, cioè sulla loro capacità di operare e scambiare informazioni, e su prodotti Dual-Use, per usi in situazioni sia di pace che di attacco. Tema grande dell’evento sarà inoltre lo sviluppo di strumenti di contro terrorismo, accanto alle tematiche principali del settore CBRND (cioè Chemical, Biological, Radiological & Nuclear defense) e C-ied (cioè Counter-Improvised Explosive Devices). Per una lista completa dei settori coinvolti, visitare questo link.

Nell’industria della difesa globale a predominare sono le PMI, già la base dello sviluppo economico in tutti i paesi al mondo (in UE costituiscono il 99% dei businness), capaci di portare innovazione e flessibilità. ISDEF per queste entità si offre come piattaforma ideale per consentirne l’accesso al mercato israeliano e per formare legami commerciali, rispondendo alla domanda crescente del consumatore finale e cogliendo le opportunità dei mercati 3D.

Sarà un evento che riunirà professionisti del settore e personaggi chiave con la creazione di un ambiente fertile per lo sviluppo di cooperazioni strategiche, nonché per approfittare della forza riconosciuta ad Israele nell’ambito della difesa globale e sicurezza. Un’occasione anche per valutare gli effetti del trattato ATT con nuove regole sul commercio globale delle armi, firmato da 130 paesi (tra cui Israele) e già ratificato in 67.