Israele, il primo cuore stampato in 3D con tessuto umano

Da Israele arriva una grande rivoluzione in ambito medicale: un cuore!

Il primo cuore “stampato” usando cellule del paziente stesso. Sono gli scienziati dell’ Università di Tel Aviv ad aver compiuto questa impresa di portata storica.

Inoltre, questa è stata la prima volta che “qualcuno abbia progettato e stampato con successo un intero cuore pieno di cellule, vasi sanguigni, ventricoli e camere”, ha detto al The Jerusalem Post Tal Dvir dell’Università di Tel Aviv.

Anche se rimane ancora molta strada da fare, gli scienziati sperano un giorno di riuscire a produrre cuori adatti per il trapianto e per rigenerare cuori difettosi.

Ai giornalisti è stata mostrata una stampa 3D di un cuore delle dimensioni di una ciliegia, immersa nel liquido, all’Università di Tel Aviv il 15 aprile, giorno dell’annuncio dei risultati. Risultati pubblicati nella rivista peer-reviewed Advanced Science.

I ricercatori devono ora insegnare ai cuori stampati “a comportarsi” come quelli veri. Le cellule sono attualmente in grado di contrarsi, ma non hanno ancora la capacità di pompare.

Poi hanno in programma di trapiantarli in modelli animali, entro circa un anno, ha aggiunto Dvir.

“Forse, tra 10 anni, ci saranno stampanti 3D di organi nei migliori ospedali di tutto il mondo, e queste procedure saranno condotte regolarmente”, ha aggiunto.

Ancora una volta, il settore medicale israeliano raggiunge nuove vette in termini di innovazione e progresso scientifico.