Come la tecnologia israeliana può aiutare il mondo a rispondere alla pandemia di coronavirus

Come la tecnologia israeliana può aiutare il mondo a rispondere alla pandemia di coronavirus

La pandemia di coronavirus ha messo a dura prova i sistemi sanitari e le economie in tutto il mondo. Mentre la durata e l’ampiezza dell’epidemia rimangono da determinare, affrontare la sfida che presenta richiederà senza dubbio un rapido dispiegamento di risorse. Sicuramente su una scala raramente vista nella storia del mondo.

Israele si trova in una posizione unica per aiutare il mondo a rispondere alla crisi COVID-19. Il Paese infatti ha molta esperienza nel rispondere rapidamente e con precisione alle emergenze.

Start-Up Nation Central ha compilato un elenco di circa 80 aziende israeliane e start-up che possono aiutare nella lotta al virus. Le aziende coprono una vasta gamma di aree di interesse. Tra cui: monitoraggio remoto, dispositivi medici, diagnostica e altro.

Alcuni esempi:

• Dato che le strutture sanitarie cercano di limitare l’esposizione dei pazienti al coronavirus, l’uso delle soluzioni di telemedicina è aumentato. Tyto Care, fondata nel 2012, è un leader nel settore e collega pazienti e medici utilizzando uno strumento diagnostico all-in-one. Lo strumento permette di esaminare cuore, polmoni, pelle, orecchie, gola, addome e temperatura corporea. La piattaforma dell’azienda supporta gli esami video, la condivisione dei dati degli esami e la pianificazione degli appuntamenti. Infatti, è utilizzata dai medici in Israele e negli Stati Uniti per rispondere al coronavirus.

• I dispositivi indossabili di Biobeat consentono il monitoraggio continuo dei segni vitali dei pazienti. Il dispositivo invia i dati ai fornitori di assistenza tramite il sistema basato su cloud dell’azienda.

• Fondata nel 2011, Inovytec Medical Solutions sviluppa dispositivi di terapia intensiva di emergenza, tra cui un defibrillatore ossi automatizzato, un dispositivo di apertura delle vie aeree superiori e un ventilatore ultraleggero.

Oltre a una vasta gamma di aziende che sviluppano tecnologie e soluzioni terapeutiche all’avanguardia, Israele è anche sede di numerosi stimati istituti di ricerca impegnati nella risposta al coronavirus, incluso l’Istituto per la ricerca biologica; l’Istituto di scienza Weizmann; Centro per le malattie emergenti, le malattie tropicali e l’AIDS della Ben-Gurion University, l’Istituto Technion-Israele.