L’innovazione israeliana sta rendendo le catene di approvvigionamento più intelligenti ed efficienti

L’innovazione israeliana sta rendendo le catene di approvvigionamento più intelligenti ed efficienti

Le catene di approvvigionamento fanno girare il mondo. Secondo una ricerca Deloitte, il 79%  delle aziende con capacità di supply chain superiori gode di una crescita dei ricavi significativamente superiore alla media del loro settore.

La gestione intelligente della catena di approvvigionamento è diventata una necessità. Questa ha portato ad un aumento della domanda di tecnologie progettata per rendere la supply chain più fluida ed efficiente. Una ricerca prevede che il settore della gestione della supply chain salirà da 15,85 miliardi di dollari nel 2019 a 37,41 miliardi di dollari nel 2027.

Con le sue solide capacità in settori rilevanti come SaaS, intelligenza artificiale e analisi dei dati, l’ecosistema high-tech di Israele ha prodotto oltre 150 aziende e startup attive nella supply chain e nella gestione logistica, secondo i dati di Start-Up Nation Central.

Ecco uno sguardo a come alcune di queste aziende stanno guidando l’innovazione della supply chain:

  • Freightos fornisce un mercato online in cui le aziende possono confrontare le quotazioni aeree. Inoltre, possono monitorare un’ampia rete globale di fornitori di merci, con tracciamento on demand e aggiornamenti in tempo reale. L’azienda si è assicurata 94,4 milioni di dollari in finanziamenti da investitori tra cui Aleph VC, GE Ventures,  OurCrowd, Singapore Exchange e altri.
  • La piattaforma logistica SaaS end-to-end di Bringoz’s offre funzionalità di consegna automatizzate in tempo reale.
  • Leader nella gestione della catena del freddo (CCM), BT9 aiuta a preservare la sicurezza alimentare con il suo sistema di monitoraggio Xsense. Il sistema fornisce monitoraggio in tempo reale, analisi dei dati e avvisi durante tutto il ciclo di vita della catena del freddo.