NeuroDerm, leader nella ricerca farmaceutica israeliana, acquisita per 1,1$ miliardi dalla giapponese Mitsubishi Tanabe

NeuroDerm, una delle più grandi aziende israeliane nel campo della ricerca medica e farmaceutica, è stata acquisita dalla gruppo giapponese Mitsubishi Tanabe per la cifra record di 1,1 miliardi di dollari.

L’acquisizione rientra nel progetto di espansione dell’azienda giapponese sul mercato americano, in particolare nel settore della ricerca sul morbo di Parkinson.

Secondo le parole di Oded Liberman, CEO di NeuroDerm, << Crediamo che questa acquisizione porterà numerosi benefici sia ai nostri azionisti sia ai pazienti affetti dal morbo di Parkinson che necessitano urgentemente di nuove terapie>>.

La NeuroDerm è una società leader nella ricerca sulle malattie del sistema nervoso, ha sviluppato, in particolare, numerosi brevetti per medicinali in grado di contrastare i sintomi del morbo di Parkinson e migliorare la qualità della vita delle persone affette dalla malattia.

Questa acquisizione accelererà il processo di sviluppo e approvazione di una terapia, conosciuta come ND0612, che, secondo gli analisti di Deutsch Bank, potrebbe diventare lo standard per il trattamento delle fase più avanzate del morbo di Parkinson. Secondo le previsioni, il medicinale in sviluppo dovrebbe essere approvato in Europa entro il 2018, con un volume di vendite stimate a livello mondiale di 1,7 miliardi di dollari.

L’accordo è il più importante mai raggiunto tra un’azienda israeliana e una giapponese, e si tratta inoltre della più grande acquisizione di un’azienda farmaceutica israeliana. Le azioni della NeuroDerm sono state vendute a 39 dollari ad azione, con un ricavo del 230% rispetto all’offerta pubblica iniziale.