Verso la luna: Israele e l’innovazione aerospaziale

Verso la luna: Israele e l’ innovazione aerospaziale

Con il recente lancio della sonda spaziale Beresheet, Israele è diventato il quarto paese a sbarcare sulla luna, unendosi a Stati Uniti, Russia e Cina.

Mentre Israele è molto più piccolo dei suoi predecessori “lunari” in termini sia di dimensioni fisiche che di popolazione, il suo status di supernova tecnologica ha spinto la Startup Nation alla leadership mondiale nella tecnologia aerospaziale.

Israele verso la luna

La tecnologia israeliana è presente praticamente in ogni fase del viaggio aerospaziale globale. Dallo sviluppo della prossima generazione di aeromobili al sistema di propulsione sviluppato da Rafael per la missione ExoMars su Marte, l’innovazione aerospaziale israeliana non conosce limiti planetari.

Israel Aerospace Industries, fondata nel 1953, è stata in prima linea in molti dei progressi del paese nel settore. In qualità di principale produttore israeliano di sistemi aerei e aerei, IAI ha sviluppato satelliti e apparecchiature satellitari all’avanguardia, stazioni di controllo a terra, centri di missione e lanciatori. IAI ha unito le forze con SpaceIL per costruire e lanciare il veicolo spaziale lunare Beresheet.

Space IL

L’organizzazione no-profit SpaceIL, fondata nel 2011 come risposta a Google Lunar XPRIZE, ha suscitato un rinnovato interesse nello spazio tra il pubblico israeliano, riprendendo l’effetto Apollo della metà del 20 ° secolo negli Stati Uniti. Infatti, SpaceIL ha reso parte integrante della sua missione per far avanzare il discorso sulla scienza e l’ingegneria in Israele. Per far conoscere alle giovani generazioni le eccitanti opportunità nel loro futuro.

Inoltre, la partnership di SpaceIL nel 2015 con IAI ha segnato un momento cruciale nella ricerca spaziale, culminata con un atterraggio previsto per l’aprile 2019.

Il meglio dell’innovazione israeliana nell’aereospace:

SatixFy, una società di semiconduttori fondata nel 2012. Costruisce sistemi di comunicazione satellitare, sfruttando chipset interni. La società, che ha uffici in Israele, Regno Unito e Bulgaria, ha sviluppato partnership globali per soluzioni di terminali integrati.

Plataine utilizza sensori, identificazione a radio frequenza e algoritmi basati su AI per costruire sistemi di produzione più precisi ed efficienti. Ciò include una vasta gamma di settori, incluso quello aerospaziale. Le società aerospaziali che utilizzano la tecnologia dell’azienda includono Airbus e IAI.

• La piattaforma cloud di Assembrix per la stampa industriale 3D è stata utilizzata per produrre parti leggere per clienti aerospaziali, con minori consumi di carburante e emissioni di anidride carbonica e maggiore sicurezza. Nel 2018, Boeing ha firmato un accordo per utilizzare il software Assembrix. Tale accordo prevede  la gestione sicura dei dati e dell’IP di Boeing nella progettazione e produzione dei prodotti.

Tecnologie satellitari e di ricerca bilogica

Utilis utilizza il radar ad apertura sintetica (SAR) – una tecnica comunemente usata per cercare prove di acqua su altri pianeti – per trovare perdite nella rete idrica sulla Terra. Con 32 miliardi di metri cubi di acqua persi ogni anno, identificare tali fuoriuscite può fare molto per ridurre gli sprechi. Utilis rileva da 5 a 12 perdite al giorno, rispetto a una o due perdite settimanali rilevate di solito con metodi standard.

NSLComm sta rivoluzionando le comunicazioni satellitari con un’antenna espandibile simile al tessuto che può aumentare le prestazioni da 100x fino a 500x.

• Il nanosatellite DIDO di SpacePharma supporta la ricerca biologica in microgravità. Infatti, le condizioni di microgravità hanno il potenziale per consentire nuovi progressi nelle terapie con cellule staminali, coltura cellulare, cristallizzazione delle proteine, ricerca microbiologica e altro ancora. Infatti,la microgravità scatena risposte e comportamenti unici in vari fenomeni biologici.

L’industria aerospaziale israeliana testimonia l’impegno del paese nei confronti della scienza e dell’innovazione. Infatti, con la missione lunare di Beresheet , la stella del paese sta brillando ancora di più.